Press "Enter" to skip to content

Rapporti misti del PMI di dicembre suggeriscono un’ulteriore incertezza

I rapporti PMI di dicembre sono stati pubblicati e mostrano un miscuglio di buone e cattive notizie. Sebbene le prospettive complessive non siano buone, c’è un buon umore poiché sono emerse alcune società solide e altre che erano sull’orlo della bancarotta sono riuscite a resistere. In questo articolo, daremo uno sguardo a questi aspetti positivi e negativi chiave e dove la colpa è del rapporto scadente.

Il rapporto rileva che c’è stato un calo dell’8,1% nei nuovi casi di mancato pagamento delle spese mediche. Può sembrare una buona cosa, ma significa anche che a una grande fetta della popolazione potrebbe essere stata negata l’assistenza sanitaria essenziale. Se sei preoccupato per il futuro finanziario della tua famiglia, questo potrebbe essere un campanello d’allarme. Potresti voler agire immediatamente e ridurre la pressione sulle loro finanze.

D’altra parte, la buona notizia è che i settori più grandi che sono stati duramente colpiti dalla recessione non sono gli unici che stanno mostrando segni di miglioramento. Anche altri settori ritenuti a prova di recessione hanno trovato conforto in questo rapporto. Alcuni altri settori come l’edilizia e l’ospitalità hanno registrato un buon miglioramento anche se altre aree sono state colpite duramente. Quindi, indipendentemente dal settore che consideri a prova di recessione, ci sono buone notizie che ti aspettano. Potrebbe essere solo un caso di rimettersi in piedi e riprendere slancio.

Tuttavia, la notizia peggiore è probabilmente quella da dare sulla vendita al dettaglio. Il calo delle vendite ha danneggiato enormemente il mercato, con molte attività che chiudono negozi o chiudono a breve termine. Quindi, sebbene ci siano molte aziende che potrebbero ancora sopravvivere, le possibilità di sopravvivenza sono molto scarse. Per il momento, probabilmente è meglio lasciare le porte dei negozi al dettaglio aperte, poiché probabilmente non sarà facile per loro riprendersi la vita. Potrebbe aver bisogno solo di un po ‘di tempo per tornare alla normalità e, nel frattempo, le loro risorse possono essere utilizzate per coprire il divario causato dalla loro chiusura. Per i proprietari di piccole imprese, questo potrebbe essere lo scenario migliore poiché più tempo hanno fino alla fine dell’anno, maggiori sono le loro possibilità di avere il loro investimento pronto quando il mercato si ribalta.

Il mercato finanziario è stato un settore che ha sofferto molto durante la recessione, ma la buona notizia è che la situazione è migliorata molto dall’ultima volta che sono usciti i rapporti. Il numero di cadute registrate da varie istituzioni è stato ridotto in modo significativo, mentre il numero di rialzi è stato aumentato in modo abbastanza significativo. Questo dimostra che le cose potrebbero cambiare per il meglio anche se c’è ancora una certa quantità di dolore coinvolto. La cattiva notizia però è che questo processo potrebbe richiedere del tempo per vedere gli effetti desiderati che si manifestano. Pertanto, è essenziale che le istituzioni finanziarie, in particolare le principali banche, continuino a mantenere un solido record di scambi per il periodo di tempo corrente per dare una spinta all’economia.

Il settore manifatturiero ha visto la sua quota dell’economia ridotta notevolmente durante la recessione che ha provocato un gran numero di posti di lavoro persi. Tuttavia, dopo il rilascio dei rapporti contrastanti, ha mostrato segni di miglioramento e si prevede che la produzione registrerà una maggiore crescita nei mesi a venire. Dato il gran numero di fabbriche che hanno chiuso negli Stati Uniti durante la recessione, questo potrebbe non essere un buon segno. Se il numero di stabilimenti attualmente in funzione non è sufficiente a bilanciare il numero di chiusure, il numero di occupati potrebbe non essere sufficiente per sostenere lo stesso numero di imprese. Se il numero di occupati è inferiore al numero di imprese in esecuzione, potrebbe esserci uno squilibrio nell’economia.

È importante che il numero di fallimenti per famiglia sia mantenuto il più basso possibile per evitare che l’inflazione erodesse il potere d’acquisto dei cittadini. Sebbene possa sembrare una buona idea risparmiare sugli acquisti delle famiglie, ci sono usi migliori per i fondi risparmiati oltre al pagamento di articoli per la casa. Il risparmio può solo portare l’inflazione in superficie e può tradursi in una reale svalutazione della valuta. Pertanto, è molto consigliabile che le persone inizino a risparmiare denaro per il futuro in modo da avere una solida base su cui resistere ai cicli economici.

In conclusione, si può affermare che, nonostante lo stato attuale del settore manifatturiero, i rapporti hanno mostrato un trend positivo per la seconda metà dell’anno fiscale. L’industria manifatturiera si è ripresa negli ultimi anni e quindi si prospetta un futuro migliore. Ciò significa che, sebbene il settore manifatturiero possa trovarsi ad affrontare sfide nell’immediato a breve termine, si prevede comunque che supererà questi problemi e continuerà con una forte crescita negli anni a venire. Sono molti i fattori che influenzano la salute di un settore manifatturiero. Una saggia decisione da prendere sarebbe quella di investire in un’attività che fornirà benefici sostenibili a lungo termine per l’azienda piuttosto che in quelli a breve termine che possono essere visti come una moda passeggera dai consumatori.